DANIELA

kulllatt.JPG

Il nostro fu un incontro da cani, anzi più esattamente fra cani…
Il suo cane si avvicinò al mio con aria festosa, pur essendo di una specie diversa….
Fu così che grazie ai nostri cani si incrociarono i nostri occhi… 
Daniela era una giovane studentessa universitaria e me un maturo uomo di scuola…
Vi erano “appena” 20 anni di differenza di età che ci facevano discutere e pensare diversamente, e pure….diventammo amici…
Lei era fidanzata con un giovane ricercatore medico, con cui divideva una passione sportiva in comune, tifavano per la stessa squadra di cal-cio…
Che, ovviamente, non era da me condivisa tale sua tifoseria…
Per non parlare, pure, dei diversi ideali politico-sociali che ci vedevano su due schieramenti agli antipodi…
Eppure, nonostante tutto ciò, ci incontravamo alle stesse ore canoniche e caniniche per discutere come due vecchi amici…
Tutti questi nostri incontri-scontri ci hanno messo a nudo i nostri ca-ratteri, i nostri esseri, i nostri sogni…
Lei lasciò il fidanzato, per motivi di incompatibilità, così mi disse, e non capii che forse c’entravano i nostri incontri, le nostre passeggiate con i nostri cani sempre più familiarizzanti e giocherelloni…
Veramente non capii subito che, nonostante la differenza di età e di pen-siero, stavamo bene insieme…
Gli “opposti” si attraggono più dei simili !!!???
Cose che capitano fra umani da millenni, anche se una teoria, fra lo scientifico e l’astrologico, che vuole la Terra esploda e scompaia dall’Universo il 21 dicembre 2012 !!!??
Non ci resta che vivere e goderci la vita che ci rimane…
Questa “ferale” jattura ci portò a cogliere l’attimo e a passare dalle “liti” verbali ai baci carnali…
La passione prese l’avvento sulla ragione e così che ci trovammo fatti uno per l’altra …
Mi volle a casa sua dove la vidi per la prima volta nel pieno dei suoi ventanni, una stupenda ragazza dagli occhi verde mare, con un seno so-do e formoso, con dei fianchi sinuosi e un fondo schiena da sballo…
Ero lì che la ammiravo come si ammira un’opera d’Arte, lei mi vide talmente estasiato che si eccitò tanto da spogliarmi materialmente dei miei indumenti …
Eravamo nudi come Adamo ed Eva e lei potè ammirare il mio corpo atle-tico di uomo maturo e il mio pene teso verso il cielo…
Lo afferrò fra le sue mani e lo pose fra le sue labbra che lo risucchiaro-no in se…
Era così dolce il suo modo di amare che lasciai a lei di condurmi nei suoi preliminari…
Lei volle che la mia bocca godesse dei suoi capezzoli, mentre le mie mani le accarezzavano i glutei e le mie dita saggiassero i due buchetti esplo-randole le aperture…
Lei volle mettersi a cavalcioni sul mio pene che si infilò dentro la sua figa e ne condusse il ritmo ed il piacere per se e per me…
Era una dolcissima amante capace di amare in prima persona mi con-ducendomi passo passo nel nirvana della sua libido …
Non avevo mai fatto prima di quella volta con lei con una giovane ragaz-za, ma sempre con donne mature come me e a volte pure più esperte, ma mai così passionali e fantasiose…
Lei mi confessò che era da tempo che voleva fare l’amore con me ed era preparata a tale evento prendendo la pillola per non restare incinta…
Ecco, perché non volle che indossi il condon sul pene, e pure questa fu la prima volta che facevo l’Amore in maniera naturale godendo del con-tatto carnale con gli umori della sua figa …
Credo che sia il modo migliore per fare l’Amore e pure quando avevo esploso in lei il mio liquido seminale, lasciandolo in lei non più teso lei riusciva con le pareti interne della sua figa a farlo rizzare più in fretta e più duro di prima…
Era il suo trasporto giovanile e la sua passione per me che le davano questo desiderio che partiva dal profondo della sua mente e arrivava alla mia …
I presi tutte le volte che lei volle essere presa e la sentivo gioire con i suoi gridolini e con la sua figa che si spalancava tutta come se vollesse anche le palle che le sbattevano sulle labbra della vagina…
Nel piacere libidinoso all’ennesima potenza amatoriale mi concesse il suo culo ponendosi a pecora e il mio pene entrava per la prima volta nel culo di una giovane ragazza , che lo fece entrare aprendolo come se dovesse espellere un atto grosso, facendomi godere e godendo con me per quella via nuova dell’Amore…

 

DANIELAultima modifica: 2010-04-30T15:49:34+02:00da comeciccio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento